CERCA PER TITOLO
SCRIVI
 
 
13/08/2016
"A LETTO SENZA CENA" - Presentazione cortometraggio contro i DCA

Speciale di Rete 7 sul nuovo cortometraggio del regista Patrice Makabu sui disturbi del comportamento alimentare, realizzato in collaborazione con ABA.

Intervista al regista e ad Alessandro Raggi (dal min. 8:20).

 
 
19/07/2016
PSICOPATOLOGIA DELLA SCOMPARSA DELLA FIGURA DEL PADRE NELLA SOCIETÀ MODERNA

L'ultimo articolo di Alessandro Raggi è online su State of Mind, il giornale delle scienze psicologiche.

 

Il Padre non è solo il padre concreto – il papà – ma secondo la psicologia junghiana – anche una potente immagine archetipica che costella quadri psicologici individuali e collettivi. Cosa ha prodotto nel sociale e individualmente l'eclissi del padre autoritario, soppiantato dall'attuale assenza di figure di riferimento normativo?

 

Per saperne di più: http://www.stateofmind.it/2016/07/padre-figura-paterna/

 

 
 
 
02/07/2016
L'epidemiologia dei DCA tra realtà e costruzione sociale - Alessandro Raggi

Convegno nazionale sul tema dell'anoressia organizzato dall'Ordine degli Psicologi del Veneto e dall'Ordine dei Medici.

Intervento del Dott. Alessandro Raggi, Psicologo Psicoanalista, Esperto in DCA e dipendenze Patologiche. Venezia, Ateneo Veneto 24 giugno 2016.

 
 
23/05/2016
"Percorsi junghiani di vita e di cura. Riflessioni cliniche su narcisismo e anoressia."

In LIBRERIA potrete acquistare l'ultimo volume di Mario Mengheri: "Percorsi junghiani di vita e di cura. Riflessioni cliniche su narcisismo e anoressia." Ed. Franco Angeli, 2016.

 

Il collega Mengheri è Membro Ordinario dell'Associazione Italiana per la ricerca in Psicologia Analitica (A.I.P.A) e dell'International Association for Analytical Psychology (I.A.A.P.) ed è già stato docente presso il Corso di Laurea in Psicologia Clinica c/o Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università di Pisa.

 

Il libro di Mario Mengheri è forte, denso e coraggioso. Forte perchè ci introduce alla complessità del narcisismo e dell'anoressia da una prospettiva mitica e archetipica; denso di contenuti, di esperienza clinica narrata senza risparmiarsi e con grande generosità da parte dell'autore; coraggioso perchè affronta due temi - anoressia e narcisismo - di cui l'autore non si sforza di mostrarne relazioni e connessioni, ma che fanno parte dei disagi, oggi così frequenti, con i quali egli si è confrontato nella sua lunga esperienza clinica compiuta appunto tra:"percorsi junghiani di vita e di cura".

 

Ringrazio Mario Mengheri per aver voluto in diverse parti della sua opera citare il mio libro IL MITO DELL' ANORESSIA (Alessandro Raggi, 2014), è per me motivo di orgoglio entrare a far parte di un pensiero fertile come quello che si può trovare nel suo lavoro.

 

L'anoressia, così come il narcisismo e molte altre condizioni drammatiche della fragilità umana, sono raccontate in questo libro senza retorica e senza richiami "scientistici", ma sono mostrate in tutta la loro qualità di difficoltà tragicamente umane, derivanti in primis dalla relazione e che solo la relazione può sanare. Una relazione di interdipendenza come quella che si svela nei resoconti clinici delle psicoterapie condotte da Mario Mengheri, dove il terapeuta si mostra con tenerezza e amore intelligente ai propri pazienti e li accoglie con entusiasmo e calore umano.

 

Anche perchè, In definitiva, citando l'autore: "Ogni vantaggio terapeutico è subordinato alla scoperta di una verità nascosta, spesso sconosciuta sia al paziente che all'analista. E' in questo amore per la ricerca della verità di entrambi che si colloca l'evoluzione del percorso di cura (...)" (p. 203-204).

 

Per acquistare il volume di Mario Mengheri direttamente dal sito web di franco Angeli: "Percorsi junghiani di vita e di cura. Riflessioni cliniche su narcisismo e anoressia.

 
 
 
16/05/2016
Convegno il 18 maggio a Milano sulle dipendenze patologiche

Convegno Mercoledì 18 maggio 2016 presso Park Hyatt h.9:30
Via Tommaso Grossi, 1 ‪#‎Milano‬ ‪#‎COLORALATUAVITA‬

 

INGRESSO LIBERO 

 

MODERATORE:
Alessandro Cecchi Paone, conduttore tg4

 

RELATORI:
Fabiola De Clercq, Fondatrice e Presidente dell'ABA
Alessandro Raggi, Psicoanalista e Coordinatore centri ABA
Mariafrancesca Garritano, Ballerina solista della Scala di Milano
Alida Gotta, cuoca e finalista di Masterchef Italia 5° edizione
Elisa D'Ospina, Contributor per il Fatto Quotidiano e Top Model curvy
Enrico Maria Borrelli, Presidente Amesci e Presidente del Forum per il Servizio Civile Nazionale

 

PROGETTO:
Con il contributo di WYCON cosmetics verrà realizzato un progetto di prevenzione e sensibilizzazione all'interno delle scuole secondarie di secondo grado italiane, che si concretizzerà in incontri in aula tra psicologi ABA e alunni e insegnanti per
favorire la comprensione e l'importanza di una richiesta di aiuto che spesso, soprattutto in adolescenza, si cela dietro paure e un difficile rapporto con il cibo e con il corpo. Verrà realizzato
inoltre il "Quaderno della vita colorata", un opuscolo informativo aggiornato, di agile lettura, che risponde all'esigenza di una corretta, completa e chiara informazione circa i disturbi del
comportamento alimentare e le cosiddette "nuove dipendenze" patologiche (ludopatie, cyber-sex, internet-addiction).

 

Leggi l'articolo sulla campagna #Coloralatuavita su Vanity Fair

 
 
 
05/05/2016
Secret Style Magazine intervista il Dott. Alessandro Raggi

Nel nuovo numero di Secret Style Magazine (maggio e giugno 2016) inchiesta a cura di Daniela Iavolato: "Viaggio nelle chat per resistere alla fame" con intervista al Dott. Alessandro Raggi psicoterapeuta e psicoanalista.

 

L'inchiesta è sul mondo sommerso dei siti "Pro-Ana" e "Pro-Mia", intere chat in internet inneggianti l'anoressia o la bulimia, che rappresentano un rischio ancora molto sottovalutato per i giovani utenti del web.

 

E' disponibile anche la versione digitale del magazine, interamente consultabile online all'indirizzo: www.secretstylemagazine.it

 
 
 
29/01/2016
Internazionale: La rivincita della Psicoanalisi

La nuova copertina di Internazionale: La rivincita della psicoanalisi.

 

"Ci sono tanti tipi di psicoterapia. Ma è difficile capire quali sono i più efficaci. Negli ultimi decenni la terapia cognitivo-comportamentale ha avuto la meglio sulla psicoanalisi tradizionale. Ma nuovi studi mettono in dubbio i suoi risultati."

 

Oliver Burkeman, il noto giornalista britannico, cerca in questo nuovo numero delle risposte alla sfida lanciata dalla psicoanalisi al disagio dell'uomo contemporaneo.

 

A differenza delle terapie "usa e getta", dilagate negli ultimi decenni di moda cognitivo-comportamentale con risultati molto modesti sul disagio psicologico, la psicoanalisi e le terapie basate sui modelli psicodinamici, dopo le conferme scientifiche ottenute anche da parte delle neuroscienze, sembrano nuovamente tornare a calcare la scena clinica.

 

La psicoanalisi si conferma dunque non solo un mezzo di interpretazione e conoscenza della realtà circostante, ma le psicoterapie psicodinamiche (derivanti cioè dai vari paradigmi teorici dei diversi orientamenti psicoanalitici), si collocano in primo piano nell'ambito della psicoterapia scientifica per la loro comprovata efficacia, senza rinunciare anche una visione della psicologia e della psichiatria che riesce ancora a preservare l'unicità e la singolarità dell'essere umano. 

 

Link al sommario del numero 1138 dell'Internazionale (29 gennaio - 4 febbraio 2016)

 

 

 
 
 
31/12/2015
Convegno Nazionale di Psicologia Analitica: "LE NUOVE SFIDE DELLA PSICOANALISI"

Bologna, 22 e 23 gennaio 2016

 

"Sala del Silenzio" – Biblioteca Multimediale "Roberto Ruffilli - vicolo Bolognetti, 2 – Quartiere San Vitale, BOLOGNA

 

<<Oggi assistiamo ad una crisi della psicoanalisi oppure ad una diversificazione dei modelli? Possiamo parlare di declino dell'impianto teorico psicoanalitico classico oppure di "nuovi sintomi", espressione di frammentazioni sociali e culturali, che diventano una nuova sfida verso nuove modalità d'intervento terapeutico? Analisti, clinici e studiosi rifletteranno assieme sulle politiche del fare analisi mettendo in comune esperienze e saperi nel rivisitare il valore della "cura dell'anima". >>

 

Organizzato dalla

SCUOLA DI PSICOTERAPIA ANALITICA AION DI BOLOGNA

ASSOCIAZIONE DI PSICOLOGIA ANALITICA JUNGHIANA "ALBA"

 

Con Il patrocinio di:

Comune di Bologna

Biblioteca multimediale "Roberto Ruffilli, Quartiere San Vitale

 

Con la partecipazione di:

Libera Scuola di Terapia Analitica (LI. S.T.A.) di Milano

Associazione di psicologia e psicoanalisi "Il Circolo di Verona"

 

Direzione Organizzativa

Dott.ssa Maria Cristina Butti

Dott. Alessandro Raggi

 

Sono previsti laboratori esperienziali, panel di esperti, dibattiti e sezioni didattiche interattive con i partecipanti.

 

APERTURA DEI LAVORI:

 

Dott. Luca Valerio Fabj

Medico, psicoterapeuta psicoanalista, Direttore della Scuola di psicoterapia analitica AION

Dott.ssa Francesca Rossi

Psicologa, psicoterapeuta, Consigliera del Quartiere San Vitale (Comune di Bologna)

 

I lavori prevedono l'intervento di prestigiosi esponenti del mondo della psicologia analitica junghiana e le seguenti relazioni magistrali:   

 

RELAZIONE MAGISTRALE

DOTT. LUCA VALERIO FABJ

Medico, psicoterapeuta, psicoanalista, Direttore Scuola di Psicoterapia analitica AION (Bologna)

"L'efficacia della psicoterapia psicodinamica: discussione dei dati sperimentali e apporto junghiano al problema"

 

RELAZIONE MAGISTRALE

DOTT. ROBERTO FILIPPINI

Medico, psicoterapeuta, Didatta Scuola AION, Prof. a contratto Università degli Studi dell'Aquila

"Immanenza e cambiamento del simbolico: nuove modalità interpretative"

 

RELAZIONE MAGISTRALE

DOTT. MARCO GAY

Psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista, Didatta Scuola di Terapia Analitica LISTA (Milano)

"Il figlio della società di massa in psicoterapia: chi è il suo analista?"

 

RELAZIONE MAGISTRALE

DOTT. MICHELE OLDANI

Psicoterapeuta, psicoanalista, Presidente Scuola di Terapia Analitica LISTA (Milano)

"Sul narcisismo della psicoanalisi"

 

RELAZIONE MAGISTRALE

DOTT. ALESSANDRO RAGGI

Psicologo, psicoterapeuta, psicoanalista, Didatta Scuola AION, Responsabile nazionale Centri ABA

"La politica della psicoanalisi: nuovi sistemi di cura o cura del sistema?"

 

 

INFO e iscrizioni (posti limitati): www.scuolaaion.it/convegnonazionalepsicologiaanalitica

 
 
 
19/11/2015
Piero Angela e Alessandro Raggi: difendersi da sedicenti Maghi e truffatori.

"Quanti italiani cadono ogni anno nella rete della cartomanzia e della superstizione?

Ne parliamo con Piero Angela, lo psicologo Alessandro Raggi e Giovanni Panunzio dell'Osservatorio Antiplagio. In studio anche la storia di "Eva", una donna truffata da un sedicente mago."

Dalla trasmissione "Siamo Noi" del 18 novembre 2015.

 
 
24/10/2015
Conferenza: L'EFFICACIA DELLA TERAPIA PSICODINAMICA

La Scuola di Psicoterapia Analitica AION di Bologna organizza

 

conferenza gratuita:

"L'EFFICACIA DELLA TERAPIA PSICODINAMICA"

 

Sabato, 05 dicembre 2015 - ore 15:30/17:30 

Via Palestro n. 6 Bologna, Istituto S. Alberto Magno

Per registrarsi info@assoalba.it

informazioni: www.scuolaaion.it

 

Relatori: Dott. Luca Valerio Fabj e Dott. Alessandro Raggi

 

Il Dott. Luca Valerio Fabj è medico psicoterapeuta psicoanalista, Direttore della rivista scientifica di psicologia del profondo "Il Minotauro" e recentemente ha assunto la carica di Direttore della Scuola di Psicoterapia Analitica AION di Bologna. Autore di diversi libri e svariate pubblicazioni scientifiche, esercita a Bologna dove effettua attività clinica e di supervisione didattica.

 

Il Dott. Alessandro Raggi, psicologo psicoterapeuta e psicoanalista, è Responsabile Nazionale Centri ABA e insegna presso la Scuola di Psicoterapia Analitica AION di Bologna. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni scientifiche. Svolge attività di psicoterapeuta psicoanalista a Napoli.

___________________________________________________________________________________________

 

La seguente nota è tratta dall'articolo del dott. Alessandro Raggi, pubblicato su Medicitalia.it (clicca sul link per leggere l'articolo completo): "L'efficacia della psicoanalisi: Freud & Jung avevano ragione?"

 

L'EFFICACIA DELLA PSICOANALISI: LE PROVE EMPIRICHE DI SHEDLER

Più recentemente, le ricerche di Shedler (2010), professore di Psichiatria presso l'Università del Colorado (USA) e direttore del servizio di Psicologia dell'ospedale psichiatrico universitario, hanno nuovamente riportato all'attenzione degli studiosi e degli psicoanalisti l'importanza della conduzione di studi rigorosi nel campo delle terapie psicodinamiche.

 

I risultati dello studio di Shedler, hanno, infatti, dimostrato che seppur con le difficoltà proprie della ricerca sui risultati della psicoanalisi, si possono condurre ugualmente studi sistematici di grande rilevanza e di importanti dimensioni. Lo studio è stato infatti condotto su più di 1.400 pazienti e la meta-analisi ha riguardato oltre 160 ricerche su terapie psicodinamiche e altre forme di terapia, incluse le terapie farmacologiche.

 

La psicoanalisi a lungo termine, si è dimostrata persino valida in confronto ad alcuni trattamenti farmacologici.

E' stato evidenziato dai ricercatori come in molte forme di terapia, basate su evidenze più empiriche, i terapeuti più efficaci utilizzino in realtà delle modalità proprie degli psicoanalisti, come: l'esplorazione dei modelli relazionali, il facilitare l'auto-osservazione, l'esame di punti "ciechi" negli aspetti emotivi. In una serie di studi sulla depressione Shedler e i suoi collaboratori, hanno notato che quanto più i terapeuti, indipendentemente dal loro modello e dal loro orientamento, utilizzavano un atteggiamento psicodinamico, più risultava efficace la terapia.

 

Oggi possiamo affermare che le prove empiriche dell'efficacia delle terapie psicodinamiche sono molto robuste, anzi, confrontando le dimensioni degli effetti terapeutici, in questa ricerca le terapie psicodinamiche si dimostrano particolarmente efficaci nel lungo periodo rispetto ad altre forme di terapia, con miglioramenti che oltretutto continuano anche dopo la fine della terapia, esattamente come sinora teorizzato nella teoria psicoanalitica, sia nei disturbi depressivi che nei disturbi d'ansia.

 
 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10