CERCA PER TITOLO
SCRIVI
 
 
29/04/2015
I "disturbi mentali" e le diagnosi psichiatriche

"Il termine " malattia mentale" è terribilmente fuorviante perché i "disturbi mentali" che vengono diagnosticati - lungi dall'essere vere e proprie malattie conclamate - sono le mere descrizioni di quello che la gente dice o fa. Ad esempio, il termine "schizofrenia" descrive solo un insieme eterogeneo di esperienze e comportamenti - senza spiegarli - e alla fine ci ritroviamo centinaia di diverse cause e decine di diversi trattamenti. "Schizofrenia" sicuramente non è una malattia. Il termine " malattia mentale " si presta anche a un riduzionismo biologico ingenuo, ignorando quei fattori psicologici e sociali così fondamentali per comprendere i problemi di ognuno."  

(Allen J. Frances, Professore Emerito alla Duke University, capo del comitato di redazione del DSM IV - Manuale Diagnostico e Statistico dei disturbi mentali, autore del libro: "Primo, non curare chi è normale. Contro l'invenzione delle malattie, Bollati Boringhieri, 2013). 

 

 

"La malattia mentale è una metafora. La mente può essere malata soltanto nel senso in cui si parla, per esempio, di economia malata o di pensieri malati. La malattia mentale non è qualcosa che una persona ha, bensì qualcosa che la persona fa o è."

(Thomas Stephen Szasz, professore emerito di psichiatria State University di New York, autore del libro: Il mito della malattia mentale: fondamenti per una teoria del comportamento individuale, Spirali, 2003)

 

 
 
 
04/04/2015
La Pasqua per la psicologia archetipica: rinnovamento e trasformazione

L'uovo nell'iconografia cristiana è simbolo di resurrezione: il guscio si apre come il sepolcro dal quale scaturisce una nuova vita. Esso è però al contempo simbolo della Trinità, del Dio Uno e Trino: guscio, albume, tuorlo.

Eppure l'uovo compariva nella religiosità pagana da millenni, ben prima della nascita di Cristo: Egizi, Fenici, Arabi, avevano dei e dee raffigurati nell'intento di forgiare, innalzare, proteggere un uovo.

In Cina, da millenni, le uova vengono bollite in acqua e urina di donne vergini, per essere successivamente donate in occasione della Pasqua.

Già in Persia, durante alcune cerimonie religiose, le persone erano soliti scambiarsi uova colorate: le più semplici dipinte di rosso, le più ricche in oro. Questa tradizione ricorda quella della ancora viva Paqua Ortodossa, dove ci si regalano uova colorate.

La Pasqua ebraica, ricorda invece il "passaggio" (Pesach) dell'angelo del Signore, inviato a colpire i primogeniti egiziani, che "passò oltre" le case degli ebrei segnate con il sangue dell'agnello.

Il passaggio ricorda anche la trasformazione del popolo ebraico: da schiavo a libero, simbolicamente rappresentato nella separazione delle acque che vgarantirono il passaggio del Mar Rosso.

Nel piatto tipico israleliano per la Pasqua, il Seder, è sempre presente un uovo.

Nelle tombe dei martiri, a Roma, si sono trovate uova di marmo. In seguito, divenne prima una consuetudine e poi un rito, portare in chiesa le uova il giorno di Pasqua per farle benedire: sino alle odierne uova di cioccolato, ormai celebri in tutto il mondo.

 
 
 
28/03/2015
Seminario a Bologna: "DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE" (Introduzione alla Clinica psicoanalitica e psicosomatica)

ABA (Associazione per lo studio e la ricerca sull'anoressia, la bulimia, l'obesità e i disordini alimentari) e l'Associazione di ricerca in Psicologia Analitica "Alba", presentano il Seminario "Disturbi del Comportamento Alimentare. Introduzione alla Clinica psicoanalitica e psicosomatica".

 

I DCA sono in costante aumento in Italia, specialmente nella popolazione giovanile al di sotto dei 30 anni dove il fenomeno prende la forma di una vera e propria epidemia. Quali sono le cause di questi disagi contemporanei? In che modo queste forme psicopatologiche trovano un implicazione nel soggetto e anche nel contesto sociale? Il seminario si propone lo scopo di introdurre il tema della clinica psicoanalitica di questi disturbi, con particolare attenzione agli elementi psicosociali e alle dinamiche psicopatologiche e psicosomatiche del problema.

 

DESTINATARI

Il Seminario è rivolto ai laureati e laureandi in Medicina e Chirurgia, Psicologia, Scienze dell'Educazione e della Formazione, assistenti sociali, biologi nutrizionisti, nonché a tutte quelle figure professionali che intendono approcciarsi ai temi della clinica psicoanalitica dei disturbi del comportamento alimentare.

 

PROGRAMMA E CALENDARIO

 

Venerdì 15/05/2015

 

14:30-15:00 Dott. Alessandro Raggi

Introduzione al seminario

 

15:00-17:00 Dott. Luca Valerio Fabj

Anoressie-bulimie tra psicopatologia psicoanalitica e fenomenologia

 

17:00-20:00 Dott. Alessandro Raggi

Prospettive analitiche e psicosociali per i disturbi del comportamento alimentare e le nuove dipendenze patologiche

 

Sabato 16/05/2015

 

9:00-13:00 Dott. ssa Maria Pusceddu

Lettura psicosomatica dei DCA

 

14:00-18:30 Dott. Luigi Cabua

I DCA e i nuovi sintomi dell'adolescenza: tra cambiamenti di miti, linguaggi e contatto con stati primitivi della mente

 

SEDE DEL SEMINARIO

Le lezioni si terranno venerdì 15 maggio dalle 14:30 alle 20 e sabato 16 maggio dalle 09:00 alle 13 e dalle 14 alle 18:30, presso l'Istituto S. Alberto Magno, in via Palestro 6, Bologna. Eventuali variazioni di sede, saranno comunicate per tempo ai partecipanti.

 

COORDINAMENTO DIDATTICO

Dott. Alessandro Raggi

Dott.ssa Giuliana Mittiga

 

 

www.scuolaaion.it

 

* La quota di iscrizione è rimborsabile solo in caso di non avviamento del seminario. 

 

 
 
 
04/03/2015
T'ammazzo d'amore: mamme che uccidono di (iper) cure

Si può morire di troppa cura e di eccessive attenzioni? L'amore materno è sempre idilliaco e incondizionato come ce lo vorrebbero rappresentare i luoghi comuni e gli stereotipi "benpensanti" della nostra cultura sociale?

In che modo si può maltrattare un figlio pur (iper) accudendolo? Cosa dice la legge a questo proposito? E la psicologia?

 

A questi e altri interrogativi, raccontando anche cosa sia l'incredibile "sindrome di Munchausen per procura", tenta di rispondere l'articolo di Alessandro Raggi di marzo 2015, pubblicato su Medicitalia.it e consultabile qui: T'ammazzo d'amore: mamme che uccidono di (iper) cure

 

 

 
 
 
18/02/2015
Alessandro Raggi - ABA, la storia e il metodo

Dal seminario di inaugurazione del centro clinico ABA (Associazione Bulimia Anoressia) di Bari, del 14 febbraio 2015, presso Officina degli Esordi: "Il peso dell'amore: Anoressia, Bulimia, Obesità malattie dell'amore".

 
 
03/02/2015
Presentazione del Libro "Dissonanze Criminologiche"

Il 30 gennaio 2015, a Napoli, presso la Libreria LIBRI & PROFESSIONI nella centrale Via Santa Brigida, 

 

Alessandro Raggi
Psicoterapeuta psicoanalista
Docente presso la Scuola di psicoterapia analitica AION di Bologna
Responsabile Organizzazione Nazionale Centri ABA (Associazione Bulimia Anoressia)

 

Adolfo Ferraro
Psichiatra e Psicoterapeuta
Docente in Psichiatria Forense alla Facoltà di Medicina della Seconda Università di Napoli
Già direttore sanitario dell' Opg di Aversa

 

Maria Rosaria Intini
Pediatra
MMG dirigente presso la ASL Na 1
Organizzatrice e curatrice del ciclo di Convegni nazionali "Medicina & Società"

 

HANNO PRESENTATO IL LIBRO "DISSONANZE CRIMINOLOGICHE" degli autori

  

Alessandro Ceci
Professore di Filosofia politica presso la Libera Università del Mediterraneo (LUM Jean Monnet), ha insegnato e insegna in varie Università italiane e telematiche, specificamente in ambito di Terrorismo, Intelligence e Sicurezza.

 

Liliana Montereale
è psicologo criminale, consulente per il Ministero della Giustizia, ha svolto docenze in ambito universitario a livello nazionale e internazionale, ha diretto il dipartimento di Ricerca del Consorzio dell'Università di Pomezia, con particolare attenzione alle neuroscienze e alle reti neurali. 

 

Prefazione a cura di:
FRANCESCO BRUNO
Criminologo
Ordinario Pedagogia Sociale UNICAL

 

 

 
 
 
27/01/2015
Convegno "Dipendenze: Conoscerle per riconoscerle"

Nei giorni 29 gennaio, 5, 12 e 19 febbraio 2015 si svolgerà, presso la sala Donat Cattin della Prefettura di Napoli, Via Vespucci, il convegno "Dipendenze: Conoscerle per riconoscerle".

 

Interverranno il Prefetto Dott.ssa Pantalone e numerosi relatori del mondo scientifico, delle forze dell'ordine e del volontariato.

 

Prima Giornata 29 Gennaio

Ore 8.30 - 09.00 Registrazione Partecipanti

 

Ore 09.00 Saluti Prefetto

 

Moderatore: Dott. Ugo Oliviero - Professore Incaricato Università Federico II Napoli

 

Ore 9.30 Dr.ssa Patrizia di Gennaro - Funzionario Ass. Soc. NOT Prefettura UTG Napoli
" Art.75 D.P.R. 309/90"

 

Ore 10.00 Dott. Francesco Auriemma - Psichiatra Responsabile Sert Na1 Centro
" Doppia Diagnosi "

 

Ore 10.40 Dott. Vincenzo Barretta - Psichiatra Sert Na 1 Centro
" Panoramica sulla neurobiologia delle dipendenze patologiche"

 

Ore 11.20 Dott.ssa Erminia Falconio - Direzione Sanitaria Osp. "Santa Maria delle Grazie"
Pozzuoli

Presentazione risultati del progetto "Alto Rischio" del Distretto Rotary 2100

 

PAUSA 12.00 – 12.30

 

Ore 12.30 Dr. Alessandro Raggi - Psicologo responsabile Centro ABA, Docente di
Psicoterapia Analitica AION - Bologna

"Clinica dei DCA nell'adulto e nell'adolescente - Aspetti psicopatologici e diagnostici"

 

Ore 13.10 Prof. Sergio Roncelli - Presidente FITET Campania Delegato Coni
" Doping e Sport "

 

 

Seconda Giornata 5 Febbraio

Gambling

 

Inizio ore 09.00

 

Moderatore: Dr. Giancamillo Trani - Coordinatore regionale dell'Area Immigrazione della delegazione Caritas della Campania

 

Ore 09.00 Dott. Francesco Auriemma - Psichiatra Responsabile Sert Na1 Centro
" Gambling-Aspetti clinici e strategie di intervento "

 

Ore 09.40 Dr.ssa Anna Grazia Mautone - Psicologa Dipartimento Dipendenze
Comportamentali - Pozzuoli
"Il craving nelle sue diverse forme"

 

Ore 10.20 Avv. Rita Tuccillo - Dipartimento Dipendenze Comportamentali - Pozzuoli
" Il gioco d'azzardo patologico: categorie giuridiche esistenti e forme di tutela"

 

Ore 11.00 Dr. Andrea Nocera - Magistrato di Cassazione
" Gioco d'azzardo e criminalità organizzata

 

Ore 11.40 Magg. Sergio de Sarno - Nucleo pt Guardia di Finanza - Gruppo Tutela Mercato Capitali 2^sezione "Riciclaggio"

" Competenze e poteri della Guardia di Finanza in materia di Gioco d'Azzardo"

 

PAUSA 12.20 - 12.40

 

Ore 12.40 Magg. Francescamaria Guerriero - Nucleo pt Guardia di Finanza - Gruppo Tutela Mercato Capitali 2^sezione "Riciclaggio"
" Violazioni e sanzioni e quadro normativo in materia di Gioco d'azzardo"

 

Ore 13.20 Dott. Aniello Baselice - Ass. Logos
"Fuorigioco: approccio ecosistemico al gioco d'azzardo"

Testimonianza di un soggetto

 

Terza Giornata 12 Febbraio

Ciberdipendenza e il pericolo della pedofilia

 

Inizio ore 09.00
Moderatore Don Luigi Merola - Presidente Fondazione " A' voce d'e creature"

 

Ore 09.00 Dott.ssa Giampina Grimaldi - Dirigente Dipartimento di Neurologia
Ospedale Santobono
" Aspetti patologici "

 

Ore 09.50 Dr.ssa Nikla Bene - Psicologa
" Bullismo e cyberbullismo"

 

Ore 10.30 Dr.ssa Isabella Francesca Parascandolo - Psicologa Dipartimento Dipendenze Comportamentali -Pozzuoli
"Ciberdipendenza: caratteristiche cliniche e fattori di rischio"

 

Ore 11.10 Avv. Enza Capasso - Dipartimento Dipendenze Comportamentali - Pozzuoli
"Pedopornografia online: risvolti penali"

 

PAUSA 12.00—12.30

 

Ore 12.30 Dr.ssa Fabiola Silvestri - Vice Questore Aggiunto - Dirigente
Compartimento Polizia Postale Campania e Molise
Dr. Michele De Capola - Vice Questore Aggiunto - Funzionario Addetto
Compartimento Polizia Postale Campania e Molise
Dott.ssa Marika Bruno - Medico Capo c/o Ufficio Sanitario della
Questura di Napoli
"Illeciti commessi attraverso il Web"

 

Ore 13.10 Prof. Pasquale Malva- Presidente Rotary Club Napoli - Posillipo
Dirigente Scolastico, Esperto di Formazione
Presentazione progetto " Fate presto"

 

Quarta Giornata 19 Febbraio

Lavori di gruppo
Coordinatore dei Gruppi di Lavoro Dr. Gianfranco Del Giudice

 

Ore 09.30 Confronto/Dibattito

 

Ore 10.30 Costituzione gruppi di lavoro

 

PAUSA 12.00 - 12.30

 

Ore12.30 Redazione di una proposta di protocollo d'intesa interistituzionale

 

Ore 14.00 Chiusura dei lavori e consegna attestati.

 

Scarica la brochure del convegno dal sito della Prefettura di Napoli

 
 
 
20/01/2015
L'omosessualità non è una malattia. Ordine sospende psicologo

Il mio ultimo articolo, clicca per leggere su Medicitalia: "L'omosessualità non è una malattia. Ordine sospende psicologo"

 

Dai commenti all'articolo, alcune mie ulteriori considerazioni:

  

<diagnosi in psichiatria, non ha lo stesso "valore" obiettivo di una diagnosi medica e non può esaurirsi in una mera descrizione di sintomi. L'aspetto psicopatologico è stato spesso (lo è tuttora) trascurato nella diagnostica psichiatrica, con il rischio di far immaginare alle persone prive di una specifica formazione, che alcuni dei disturbi classificati nei manuali fossero delle "malattie" in senso medico-organico, piuttosto che dei nomi assegnati a un'insieme di sintomi, aggregati a loro volta in sindromi e rilevati statisticamente in un campione di popolazione.

 

Il disturbo mentale, inoltre, a differenza del disturbo medico in senso stretto, è spesso legato allo "spirito del tempo", come nell'omosessualità o la masturbazione. Oggi, a differenza di tante malattie organiche, che possono essere debellate, ma non derubricate allo stato di non-malattia, molti di quelli che sino a non tanti anni fa erano considerati "disturbi" psichiatrici o psicologici semplicemente non sono più considerati disturbi.

 

Anche la ninfomania non esiste più, ma non è scomparsa, ha smesso di essere considerata una patologia o almeno una patologia femminile. Sono invece comparsi molti altri disturbi recentemente. Dov'erano prima? Si tratta di nuove malattie o semplicemente di nuovi modi di intendere cose già esistenti? Il "narcisismo", che entra e esce ogni tre o quattro anni dalla diagnostica psichiatrica, ad esempio non si è ancora capito se sia o meno un disturbo, mentre nella prima edizione del DSM "ciucciarsi il pollice" era considerato un sintomo di malattia mentale. Oggi no. Lo spirito dei tempi, appunto.>>

 
 
 
24/12/2014
Buon Natale

Auguri di buon Natale.
E' una frase semplice, ma quando è detta con intenzione sincera, questo augurio diventa potente e promettente. E' l'augurio di una nascita, di un messaggio nuovo e diverso che può veder luce nel profondo della vostra Anima, nella vostra vita, nella vostra psiche.

 

E' un augurio che può accomunare cristiani e non cristiani: la festa del "Sol Invictus" indetta per la prima volta dall'Imperatore Aureliano il 25 dicembre del 274 d.c. - il Dio Sole, l'unico che accomunasse tutte le diverse religioni dell'Impero; del solstizio d'Inverno; di Aion - l'Infinito - generato dalla vergine Kore, di Mitra partorito in una grotta il 25 dicembre e ricordato per i suoi miracoli e il suo supplizio da cui risorse.

Natale è un albero sempreverde, da cui gemmano come doni frutti nuovi. Il Natale ritorna sempre, come il Sole dopo aver compiuto il suo giro riporta la luce del giorno , un nuovo giorno, che prende il posto della notte. Il Natale è l'eterno ritorno.

 

La vittoria del Sole, che nasce dopo le tenebre, è un Natale che si rinnova ogni giorno, ma il 25 dicembre di ogni anno il simbolo del Natale si concretizza nella partecipazione di milioni di individui al mistero della Natività, con tutte le sue valenze archetipiche.

 

Anche nel nostro cuore può esserci un Natale, anche nella nostra Anima, ed è questo l'augurio che vi rinnovo anche quest'anno: auguri di buon Natale.

 

Alessandro Raggi

 
 
 
14/11/2014
Convegno Nazionale "Medicina & Economia"

La Direzione Scientifica del Convegno Nazionale "Medicina & Economia" dal titolo: "Quando l'economia diventa patologia", è stata affidata a Alessandro Raggi (psicoterapeuta psicoanalista) e Francesco Donato Perillo (Prof. di "Gestione Risorse Umane" Università S. Orsola Benincasa di Napoli).

 

L'evento è organizzato dalla Dott.ssa Maria Rosaria Intini e rientra nel suo più ampio progetto "Medicina e Società", finalizzato a un dialogo permanente tra le scienze mediche e psicologiche e la società.

 

Si confronteranno medici, psichiatri, psicologi, imprenditori, economisti e politici in un dibattito moderato da Enzo Agliardi (giornalista economico e già caporedattore del "Denaro").

 

Per maggiori informazioni consultare il link del convegno su Medicitalia

 
 1  2  3  4  5  6  7  8  9  10