346.8684669 [javascript protected email address]
     
Psicheanima
  14/01/2013 - admin

Il disastro Costa Crociere e le responsabilità dell'Azienda

 

A un anno dal disastro (non incidente) provocato dalla negligenza, imprudenza e tracotanza del capitano Schettino (selezionato e confermato nel ruolo dall'Azienda Costa Crociere), assistiamo alla messa in onda di spot TV pubblicitari. La cosa si commenta da sola. 

La Costa Crociere è stata da me invitata a fare chiarezza sulle sue procedure interne e sui processi, a dichiarare pubblicamente qualiinterventi avrebbe messo in atto per prevenire che accadano sciagure del genere nuovamente, a licenziare in tronco i manager che hanno evidentemente omesso di preparare, formare, valutare il personale che si è dimostrato - ai fatti - del tutto inadeguato, a chiarire chi e perché avesse autorizzato o avallato la pratica degli "inchini", alle dimissioni del CDA. 

Non mi risulta che l'azienda abbia messo in atto nessun cambiamento organizzativo tra quelli richiesti e a mio avviso necessario a prevenire ulteriori disastri, pertanto ritengo che lo spot in TV sia un offesa alla memoria dei passeggeri innocenti che hanno perso la vita in quella che doveva essere una crociera ed un momento di svago.