346.8684669 [javascript protected email address]
     
Psicheanima
  22/10/2013 - admin

RISPOSTA A UNO PSICOTERAPEUTA COMPORTAMENTISTA

 

Caro collega...

 

La scienza è una cosa seria e complessa, fatta di dialogo, dubbio, ricerca continua e superamento delle ipotesi precedenti. Nessuna scienza si basa sulle certezze assolute, quello è solo scientismo. Dunque nessuno può affermare che un approccio psicoterapico è più scientifico di un altro. Tutti i ricercatori, anche i comportamentisti più radicali, nei loro studi invitano sempre il clinico a prendere con molta cautela i dati rilevati. che sono spesso molto più complessi e contraddittori di quanto si sintetizzi poi negli abstract.

 

Sai perché? Perché la psicoterapia a differenza della psicologia è una scienza che contempla la presenza di due variabili molto poco controllabili e soprattutto difficilmente standardizzabili. A dispetto di quanto desidererebbero alcuni filoni comportamentisti: Paziente e terapeuta.

 

La ripetibilità e la standardizzazione in psicoterapia sono un miraggio, un inganno e una deriva scientista che con la scienza – quella vera – non ha nulla a che fare. Ogni paziente è differente dall'altro nonostante l'apparente standardizzazione dell'aspetto sintomatico e per fortuna, anche ogni terapeuta è diverso dall'altro.

 

La TCC non è né un approccio "gold" né silver e nemmeno bronze, come non lo è nessuna terapia se sganciata dalla dimensione singolare del soggetto con il quale ci troviamo quotidianamente ad avere a che fare.

 

Non trascurare troppo la filosofia, per concludere. Senza filosofia, e umanità lo scientismo produce solo negazionismi e totalitarismi. La scienza è una cosa meravigliosa se orientata da un fare etico. Altrimenti genera mostri come le bombe nucleari, i cibi geneticamente modificati, l'inquinamento globale.

 

Dunque attenzione a chiudere le porte al dialogo affermando presunte superiorità. Di fronte al paziente sofferente nessuno di noi può sentirsi superiore credendo di applicare la tecnica più figa, ma dovremmo trovare tutti l'umiltà di rimboccarci le maniche, fare del nostro meglio con professionalità, scienza e coscienza.