346.8684669 [javascript protected email address]
     
I "disturbi mentali" e le diagnosi psichiatriche
I "disturbi mentali" e le diagnosi psichiatriche
  29/04/2015 - admin

"Il termine " malattia mentale" è terribilmente fuorviante perché i "disturbi mentali" che vengono diagnosticati - lungi dall'essere vere e proprie malattie conclamate - sono le mere descrizioni di quello che la gente dice o fa. Ad esempio, il termine "schizofrenia" descrive solo un insieme eterogeneo di esperienze e comportamenti - senza spiegarli - e alla fine ci ritroviamo centinaia di diverse cause e decine di diversi trattamenti. "Schizofrenia" sicuramente non è una malattia. Il termine " malattia mentale " si presta anche a un riduzionismo biologico ingenuo, ignorando quei fattori psicologici e sociali così fondamentali per comprendere i problemi di ognuno."  

(Allen J. Frances, Professore Emerito alla Duke University, capo del comitato di redazione del DSM IV - Manuale Diagnostico e Statistico dei disturbi mentali, autore del libro: "Primo, non curare chi è normale. Contro l'invenzione delle malattie, Bollati Boringhieri, 2013). 

 

 

"La malattia mentale è una metafora. La mente può essere malata soltanto nel senso in cui si parla, per esempio, di economia malata o di pensieri malati. La malattia mentale non è qualcosa che una persona ha, bensì qualcosa che la persona fa o è."

(Thomas Stephen Szasz, professore emerito di psichiatria State University di New York, autore del libro: Il mito della malattia mentale: fondamenti per una teoria del comportamento individuale, Spirali, 2003)